AVVISO IMPORTANTE PER TUTTI I LETTORI DI SCAVICCHIA LA NOTIZIA

Carissimi lettori di Scavicchia la Notizia. Ci siamo trasferiti ad un altro indirizzo. Volete venirci a trovare? Bene basta cliccare su questo nuovo indirizzo:
http://scavicchialanotizia.wordpress.com/

giovedì 15 maggio 2008

DONATELLA RAFFAI: CHI L’HA (PIU’) VISTA?

Sempre più spesso, il livello televisivo di oggi mi rimanda a rimpiangere quello di qualche anno fa. Certo è che la mia giovane età non mi permette di apprezzare a pieno personaggi Mario Riva o Nunzio Filogamo, ma mi permette di fare qualche breve passo indietro nel tempo. Basta infatti ricordare cosa il piccolo schermo trasmettesse negli anni 90 per distrarsi almeno per un attimo, come d’incanto, da reality, personaggi improbabili imposti al grande pubblico, e litigi ventiquattro ore su ventiquattro. C’era una volta una presentatrice, di nome Donatella Raffai. “E chi è?” Oddio, ci scommetterei davvero tanto sul numero di persone che hanno esclamato ciò dinanzi a questo nome; e questa cosa mi intristisce. Perché? Perché Donatella Raffai era una donna dal grande talento, dalla grande comunicazione gestuale. Intelligente, intuitiva, portava in porto ogni mercoledì sera, una appassionante puntata di Chi l’ha visto?, accompagnata nella conduzione dal giudice DeMaio, ora impegnato nello scranno di Forum, a sciogliere cause ed emettere sentenze in compagnia di Rita Dalla Chiesa. Donatella Raffai è praticamente scomparsa dalla televisione italiana. Dopo Chi l’ha visto?, trasmissione che le fornì un grande successo, ed addirittura la vittoria, nel 1989, di un telegatto come Personaggio femminile dell'anno. E' stata sicuramente la trasmissione che l'ha resa nota al grande pubblico. Dopo infatti due edizioni di Chi l'ha Visto, dove si è distinta per lo stile incisivo e accattivante. Nel 1991 ha presentato Parte civile, che intendeva offrire un utile servizio ai cittadini vittime di ingiustizie; l'anno successivo ha condotto 8362, trasmissione che fungeva da traino del Tg3. Nel 1993 è tornata a condurre Chi l'ha visto? e nel 1995 Lasciate un messaggio dopo il bip, programma per nottambuli di RaiUno. Nel '97 è stata inviato speciale di Domenica In.
Dopodichè la Raffai si prese un periodo di pausa per ricomparire poi, in una trasmissione estremamente simile a quella di RaiTre, questa volta però su Mediaset. Come accade sempre più spesso infatti, quando in Rai hai successo, le trombe di Cologno Monzese cominciano a suonare, vellutatamente, il tuo nome, e, a fior di soldini, tutti seguono, come ipnotizzati, lo stesso percorso. C’è chi ne esce vivo, e chi invece scompare. E’ questo è proprio il caso della Raffai. Una trasmissione su Rete4 le consentiva di ricostruire gialli realmente avvenuti, storie appassionanti e senza alcuna riferimento alla violenza. Era il 1999, e la trasmissione era Giallo Quattro, una rubrica in sei puntate su fatti di cronaca irrisolti in onda su Rete 4. Ma l’auditel non guarda in faccia a niente e nessuno. Le furono chiuse le porte in faccia e, da allora, non se ne hanno più tracce.
Può sembrare un paradosso, ma non sarebbe il caso di avvertire Federica Sciarelli?

77 commenti:

claudio ha detto...

Non resco a credere che nel 2008, quando controllano tutto di te, quando sanno anche quando vai in bagno, non si possa sapere della condizione attuale di Donatella Raffai....e i8 giornalisti???? Fateci sapere, perchè la Raffai, noi, l'abbiamo amata.

michela ha detto...

Hai perfettamente ragione era ed è tuttora ineguagliabile nella conduzione di chi l'ha visto......l'ho apprezzata tantissimo tanto che dopo di lei ho sempre guardato meno anche la trasmissine era mitica

olli ha detto...

Quanto mi piaceva... Sono anni che cerco di sapere che fine abbia fatto, ma nessuno l'ha più vista. Donatella, dacci tue notizie!!!

Anonimo ha detto...

guardate che avevano annunciato ormai tanti anni fà in tv che la signora raffai era deceduta

andrea-palazzo96 ha detto...

ciao donatella sono agata vorrei sapere como stai . e dove sei e cosa fai vorrei notizie di te al piu presto possibile.

Anonimo ha detto...

ciao donatella sono agata vorrei sapere como stai . e dove sei e cosa fai vorrei notizie di te al piu presto possibile.

Anonimo ha detto...

Vorrei proprio sapere perchè ami qualcuno che non conosci di cui non sai nulla neppure cosa fà, dove stà, a volte la televisione è un mezzo diabolico per creare ideali di persone, ma non credo definirle tali sia corretto, che non hanno nulla a che vedere con la realtà. Se tu potessi trascorrere un ragionevole lasso di tempo con DR credo ti reputeresti fortunato di non aver incontrato una donna del genere sulla tua strada.

Anonimo ha detto...

Le persone in cerca di fama quando non sono più ricercate adottano l'espediente Greta Garbo

Anonimo ha detto...

Una donna cattiva, molto vendicativa,terribile,meno male che non si vede più!!!Meglio non averci niente a che fare!!!

Anonimo ha detto...

La Raffai vive sia a Roma, che in Francia dove ha una seconda casa. I soldi non le sono di certo mancati perchè in Francia ha trascorso oltre 20 anni da sola a godersi la vita dando sfogo a una delle sue tante passioni (dopo il sesso, il successo, i vestiti e il lusso): il gioco d'azzardo. E' una patita del gioco, e dopo aver ereditato una fortuna dalla madre e aver messo il fratello con handicap in clinica si è occupata solo di sè stessa, circondata da servi e serve, che sono gli unici con cui riesce a relazionarsi perchè li paga ed essendo una rigida, arida e senza cuore non riesce che a provare che sentimenti di vendetta verso tutti quelli che incontra e che crede le abbiano fatto un torti solo perchè non le danno sempre ragione o non le leccano il culo. Quindi state felici, che la vita di Raffai sul piano del benessere, della comodità, e del lusso non si è fatta di certo mancare nulla, anche alla faccia vostra, ma non ha dato niente proprio a nessuno perchè è un'egoista totale e non sarebbe capace di fare qualcosa per qualcuno se non per esibirsi davanti a qualcuno.

Anonimo ha detto...

La Raffai viene da una famiglia della provincia di Benevento, e non è affatto nobile, quanto ai suoi studi ha la 5° elementare, se è giornalista lei allora, solo perchè si è chinata a testa bassa a dei vecchi come Beghin e poi Guglielmi.Poveretta,farebbe pena se non fosse stata cosi scorretta, tremendamente perfida e profondamente cattiva veramente con tutti.

Anonimo ha detto...

La Raffai ha anche un'altro record, nonostante tuttora a 73 anni suonati si vanta di essere La Figa Di Parigi è stata la più CORNUTA di Roma.

Anonimo ha detto...

UNA CHE PIù IMMODESTA NON SI PUO... HA ABBANDONATO TUTTO E TUTTI IN MODO NEGLIGENTE CONVINTA CHE SENZA DI LEI LE COSE NON POSSANO FUNZIONARE. PERSA NELL'AUTOAFFERMAZIONE DI SE' STESSA E INTRAPPOLATA NELLA VOLONTA' DI INFLUENZARE GLI ALTRI. ARROGANTE, EGOISTA, DOVREBBE SACRIFICARE LA DUREZZA DEI SUOI SENTIMENTI E AIUTARE GLI ALTRI INVECE OSTENTARE ARROGANZA ED ESSERE E' SOLO IN CERCA DI LUSINGHE.

Anonimo ha detto...

Qualcuno può spiegare, anche se è tardi, alla Sig.ra Donatella Raffai il significato della parola DOVERE?

CI PROVO:

dovere2 [do-vé-re] s.m.
1 Legge morale, non necessariamente scritta ma comunque riconosciuta dalla coscienza, che impone di osservare gli impegni che ognuno contrae con gli altri per il fatto stesso di vivere in società SIN compito, impegno, obbligo, responsabilità: diritti e doveri del cittadino; ottemperare ai propri d. || sentirsi in d. verso qlcu., avere la consapevolezza di avere un debito morale | sentirsi in d. di, sentire l'obbligo morale di fare una data cosa: mi sento in d. di dirgli la verità | a dovere, bene, in modo corretto e opportuno: eseguire qlco. a d.

Anonimo ha detto...

E' stata la donna più brutta della televisione italiana, non era competente ed era volgare, a parte i vestiti, che non vuol dire nulla: ma vi ricordate le unghie?
Che orrore!!!Non sò quanti cm di unghie rosse, stile Crudelia Demon.
Qualcuno disse di lei che grondava umanità dagli artigli...Non riesco ad immaginarla capace di fare una carezza con quegli artigli da iena.

Anonimo ha detto...

Hanno fatto bene a non farla lavorare, una che vive solo per i soldi e per la gloria, è stata coerente solo con la politica,a cui doveva il pane, ma poi l'hanno presa a calci perchè era una manipolatrice, senza arte nè parte.

Anonimo ha detto...

Negli anni 70 si vantava di aver sposato un playboy, ma poi puzzava di bordello, e nessuno aveva il coraggio di dirglelo per educazione.
La "signora" Raffai...

Anonimo ha detto...

Quando si dice classe: la Raffai è pronta a fingere di essere chi non è: che cosa c'è di peggio? Si vanta di avere connessioni aristocratiche, ma quando mai, basta avere un minimo di intuito ed allenamento per smascherare certi personaggi di bassissima lega, a prescindere dai loro inutili tentativi, lei resta quello che è.

Anonimo ha detto...

Quando si dice classe: la Raffai è pronta a fingere di essere chi non è: che cosa c'è di peggio? Si vanta di avere connessioni aristocratiche, ma quando mai, basta avere un minimo di intuito ed allenamento per smascherare certi personaggi di bassissima lega, a prescindere dai loro inutili tentativi, lei resta quello che è.

Anonimo ha detto...

Donatella purtroppo ha un altro male, ma si stà curando...
Tranquilli, QUELLA non muore,fà morire gli altri.
Ciao

Anonimo ha detto...

Menomale che non si vede più.
Disumana, malvagia, dura...stupisce poi nella vita privata sia tutto l'opposto di come voleva apparire: è un'eccessiva fuori di testa!!!

Anonimo ha detto...

La Raffai... mmmhmmmmm... un tocco di figa pazzesco.
Quanti anni ha adesso?
Io me la farei ancora.... mmmmhhmmmmm

Anonimo ha detto...

Ricordo che questa tipa era uscita a cena con la sua famiglia, due bambini piccoli all'epoca, e lei era piuttosto ubriaca,e si tirò giù i pantaloni e le mutande e si mise un adesivo della benzina TOTAL sul sedere imitando una pompista, tra l'imbarazzo del il marito e lo sgomento di questi due ai quali evidentemente era destinato come giocattolo, e che lei con questo gesto aveva reso inutilizzabile. Pensare a questo, e a tutto quello che ha fatto per darsi delle arie da gran signora, lascia davvero perplessi.

Anonimo ha detto...

Una volta la Raffai raccontò di come aveva sedotto il suo uomo, quello per cui lasciò il marito, facendolo soffrire come un cane e con cui avevano due figli di circa un'anno: disse che aveva capito era suo quando gli diede un pezzo di pecorino, davanti alla formula uno in televisione. Mi immagino il pecorino sbriciolato sul petto villoso, e tutto il resto. Che classe la Raffai...

Anonimo ha detto...

Chiunque volesse contattarla:
Via Flaminia Vecchia 786, Roma
dove risiede sporadicamente per comodità con il suo compagno oppure
BOULEVARD MARECHALL JOFFRE' 45 BIS
RESIDENCE LES SIRENES
BEAULIEU SUR MER (il numero del codice postale non lo sò che purtroppo in Francia è indispensabile)
FRANCE
E' il rifugio di una donna che ha abbandonato tutto e tutti da oltre 21 anni (tranne i servi e le cameriere) per godersi la vita in pace e dedicarsi al gioco d'azzardo, di cui è patita da sempre e per il quale ha ovviamente perso centinaia di milioni anche per non doverli poi lasciare a nessuno.

Mi denunciasse pure se non è vero.

Anonimo ha detto...

Invece per me è stato un sollievo non vederla più sullo schermo: era di una antipatia smisurata. Così dura dovrebbe aver avuto una vita d'inferno, ma non la Raffai è soltanto matta, e ancora di più lo è diventata dopo il successo che gli ha dato letteralmente alla testa.
Con la sua volgarità ed ignoranza,oltre a non essere una bella, è la prova che TUTTI possono avere successo in televisione.

Anonimo ha detto...

Ma chi ha dato credito e su quali basi a una così?
Qualcuno della sinistra senza pregiudizi, ma sopratutto SENZA SCRUPOLI.

Anonimo ha detto...

Sposo senza riserve tutti i commenti negativi sulla “signora” (ma quando mai!) e spiego perché.

1 - L’ho conosciuta quando faceva la galoppina per una casa discografica e si arruffianava con me perché le passassi i dischi nei miei programmi.
2 - Con il compagno di allora ha poi cominciato a frequentare la mia casa: cene e partite di poker.
3 - Ha frequentato anche la mia casa al mare, presa in affitto a caro prezzo, senza peraltro contribuire in alcun modo.
4 - A un certo punto, ecco il salto di qualità: da promoter discografica a regista radiofonica, incarico ottenuto senza avere preparazione! Questo era appunto il problema: non sapeva assolutamente come fare. Mi chiese di aiutarla, di assisterla durante le dirette. Insomma, le insegnai un lavoro, per amicizia naturalmente.

Quando, dopo qualche anno, lei assurse alle glorie televisive ed io ebbi invece un problema, cercai di contattarla ma mi scontrai con un muro e - udite, udite! - una sua collaboratrice al telefono mi disse testualmente: “la DOTTORESSA (in cosa?) purtroppo non si ricorda di lei”.

La Raffai, se fa volontariato, è a proprio esclusivo beneficio. Umanamente è uno ZERO. Le auguro di finire tutti i soldi indegnamente guadagnati al tavolo da gioco e di ridursi in miseria.

Anonimo ha detto...

Non era il compagno ma il marito. Le cene le ha sempre ricambiate preparando anche lei stessa i manicaretti e offrendo prelibatezze per trascorrere piacevolmente le ore insieme. Quando lavorava per le case discografiche era una persona solare e serena.
Curava gli artisti più famosi e proteggeva quelli in erba (che poi lo sono diventati). Lavorava assiduamente per mantenere i figli ai quali non ha mai fatto mancare nulla. Inoltre le partite di poker non erano a soldi ma ognuno giocava quello che poteva e per questo il tutto era molto divertente.

Anonimo ha detto...

Mai augurare ad una così di restare senza soldi: passerebbe sul cadavere di chiunque pur di non restarne senza.
Non ha vint al gioco, un'altro mito da sfatare: ma chi vince al gioco? E'impossibile tutti perdono, qualsiasi giocatore può confermarlo.

Aveva le mani così sporche per la quantità di fiches che toccava che erano nere.
Era la prima ad entrare al mattino e veniva cacciata (gentilmente, certo li pagava!)la sera alla chiusura, passando le sue giornate tra delinquenti e criminali e persone di ogni genere, tutta eccitata come un bimbo con le caramelle, e ha fatto questo per circa 20 anni: le piaceva da matti..
Ma quale beneficenza, l'ha fatta solo ai gestori dei casinò la beneficenza!!!
Ha pensato sempre per prima a sè stessa. Una grandissima prepotente, cattiva perchè ignorante e che inganna e mente pensando solo ed esclusivamente a sè stessa e a godersi la sua di vita:riempire i sui buchi (la sua filosofia non và oltre)
Sai cosa gliene frega della vita degli altri.

Anonimo ha detto...

E' stata la disperazione di chiunque l'ha conosciuta: ha fatto del male a tutti tranne quelli che poteva pagare e con cui aveva sol un rapporto di soldi(ma ha litigato anche con quelli). Lei risolve le questioni coi soldi o portando sfortuna. Era meglio non fosse mai nata anche perchè è eternamente diabolica e perseverante, sempre a causa della sua profondissima ignoranza: viene da un paesino nel cuore della provincia della provincia della provincia di Benevento, il paese dell'IGNORANZA.

Anonimo ha detto...

C'è una considerazione da fare: la Raffai è eterna.
Come la peggiore delle disgrazie, inviata da Dio o dal Demonio o generata da chi, per punirci in eterno: è l'inferno in persona sulla terra.

Anonimo ha detto...

Che mantenesse i suoi figli, sarà stato un fatto collaterale: la "signora" pensava a fare ben altro in quel lungo decennio...

Anonimo ha detto...

@ll' amica che dice di averla conosciuta e essere stata usata:non ha mai avuto un'amica, e con quelle pochissime che aveva e le volevano bene e che l'hanno invitata in famiglia, era pronta alle spalle a criticarle per l'aspetto fisico, come si vestivano o altre simili cazz@te che sembra incredibile sono i sui unici valori di riferimento:i vestiti,apparire, esibirsi, il denaro e lo stile il meglio della vita (golf di cachemire, comodità, cameriere,cibo buonissimo.)
Tutto il resto non conta per lei, gli altri non contano, conta se stessa.
Anche perchè non è capace di fare altro per questo è una strnz@ta chi dice si occupa di volontariato non si occupa propri di nessuno tranne di se e di chi le fa comodo in quel momento e comunque non ne sarebbe mai capace.

E' una vipera.Ha sempre parlato male delle sue colleghe, è sempre stata in competizione con qualsiasi donna tranne sottomissioni con le più belle verso le quali sapeva di non avere partita.
E se l'avete conosciuta e vi ha lasciato il compagno, o vi è successo qualcosa di brutto che vi ha procurato sofferenza a lungo, avete ragione di dubitare se lei c'entri in qualcosa

Anonimo ha detto...

Ecco una immagine della Raffai rintanata (chissà dove) con un suo fedele servente.
http://a402.idata.over-blog.com/2/41/55/36/pic.jpg
E' proprio lei...Crudele e cattivissima come sempre.

Anonimo ha detto...

E speriamo che non ci faccia del male http://vignette3.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/7/7a/Corna.jpg/revision/latest?cb=20080803163648

Anonimo ha detto...

Ma come è possibile concepire la propria esistenza dedita solo all'ambizione personale. Mettere in mezzo tutto e tutti ed essere per tutta la vita solo un'opportunista per questo scopo. Ma che testa ha???

Anonimo ha detto...

Rimpiangere la Raffai?

Dopo di lei ho smesso di guardare TUTTA la televisione per sempre.
E ho cominciato guardare alla sinistra per quello che è: mangerebbero i bambini se occorre.


Per non parlare dei maltrattamenti che ha fatto alle sue cameriere: bastava che una si comprasse un vestito con il suo stipendio per scatenare la sua furia.
Basta che una donna sia bella perchè lei tiri fuori i suoi artigli.

Dal punto di vista professionale??? la Raffai è soltanto un'esperta in cose superficiali, di tutto ciò che riguarda le apparenze: i contenuti, la sostanza, non erano certo i suoi.

Quando era ubriaca, e lo era spesso, sbrodolava un napoletano incomprensibile:è stato un miracolo che abbia imparato l'italiano.

Tutta la sua vita è ruotata e ruota intorno ai questi valori: avere il meglio della vita e la fama e l'apparenza.

Tutto il resto non conta per lei.

Anonimo ha detto...

Si credeva di essere Dio!!!

Anonimo ha detto...

Posso chiedere perchè Donatella Raffai viene chiamata giornalista?

Ma quando mai ha fatto gli studi necessari, o è forse iscritta all'albo, ha il tesserino?

Basta impegnarsi per soli 7 anni a lavorare per apparire in televisione per guadagnarsi questo titolo e la fama a vita?

Altra cosa ma la supposta nobiltà di Donatella Raffai da dove deriva?

Perchè nei restanti anni (esclusi i 7 spesi in televisione) si è comportata come le pareva e piaceva, e cioè male, facendo esclusivamente il porco comodo suo: che ha fatto per essere nobile? Un lavoro certosino di documentazione per la sua autopromozione?

E' pazzesco che La Raffai passi per una nobile e giornalista.

Anonimo ha detto...

Chi dice che Donatella Raffai si è occupata dei suoi figli bestemmia. Dei suoi figli non si è occupato nessuno, o meglio, i portieri, le cameriere, le scuole, le colonie estive e tutta una lunga serie di persone che hanno sopperito a quello che lei non ha mai voluto fare :assumersi la responsabilità di essere una madre. Lei voleva e vuole la sua libertà: non gli è mai fregato nulla dei suoi figli, li ha sempre abbandonati o si è imposta su di loro.
Quando era giovane, scopava tra gemiti e lamenti un'ora o un'ora e mezzo al giorno chiusa nella sua stanza col suo compagno playboy: allora la trasgressione era di moda e lei l'aveva aggirata sposandosi uno, essendo trasgressiva nell'intimità. Cosi poteva passare per una per bene. Non penso le importasse l'immagine volgare che dava di se. Portava un perizoma che dietro era un semplice filo elastico e girava con quello, e la sua stanza da letto puzzava tantissimo di bordello. Tutto questo è andato avanti per 11 anni.Poi è passata al successo e poi al gioco d'azzardo, quello vero, dove ha perso centinaia di milioni di euro. Chi dice che manteneva i suoi figli o non la conosce on non sa quello che dice.Non li ha mai mantenuti li ha solo fatti crepare di fame o usati quanto ci è riuscita per i suoi fini, come sbandierare di averne solo per fare carriera. Li ha conosciuti per la convivenza, ma non sa nemmeno chi siano, non conosce i suoi figli. Ha vissuto sempre come non ne avesse, ha vissuto per se stessa. I figli li ha fatti perché era un'IGNORANTE.
Quante menzogne su questa donnaccia.

Anonimo ha detto...

Donatella Raffai è un'opportunista senza limiti: per questo non ha mai veramente aiutato nessuno e non è capace di ricambiare nessuno. Per lei conta solo prendere, avere, prendere. Conoscerla e avere a che fare con lei è solo fonte di atroce delusione. Attaccata alla vita e al suo aspetto più materiale confonde il servilismo con la lealtà e l'affetto, la gratitudine con l'opportunismo. Non è capace di amare nessuno, tranne le cose e il trattamento coi guanti che può ricavare dagli altri, la comodità.
Se volete avere a che fare con lei vi consiglio di diventare un cameriere, o una cameriera, meglio se di lusso.Sembra incredibile che esistano persone così, forse perché se la godono più degli altri poi non sanno fare a meno di tutto quello che hanno, le cose e le comodità ammazzerebbero la madre e chiunque pur di stare bene.Guardatevi dall'idealizzare questa gente solo perché l'avete vista in televisione. Nella vita provata sono delle merde totali.
Uno schifo di persona come ha detto giustamente la sua collega: umanamente zero totale.

Anonimo ha detto...

Alcuni portano felicità ovunque vadano; altri quando se ne vanno.
La Raffai appartiene ai secondi.

Anonimo ha detto...

Ricordo questa donna che portava il Rolex d'oro: era piena di anelli (con dei serpenti, (uno per ogni dito della mano...brrrrr!che orrore!!!)e che i figli a scuola non avevano mai i soldi per comprarsi la merenda.
Mi domando ma perché non si è venduta l'orologio per far comprare la merenda ai figli?

Anonimo ha detto...

Non rimpiangetela.
E' un'eccessiva che nella vita ha fatto soffrire tanto e tante persone.
Ha abbandonato, umiliato e trascurato amici e parenti, godendo della loro sofferenza.
Non fidatevi, siete fortunati se potete starne alla larga.

Anonimo ha detto...

Non merita.

Anonimo ha detto...

La Raffai, una persona capace di dire delle menzogne talmente grandi quanto è grande la sua volgarità.
E' capace di mentire su delle cose importanti, sensibili, int Menzogne che distruggono rapporti importanti, che distruggono la vita di qualcun'altro se non vengono scoperte, perche troppo ambigue.
Ma come farà con la sua coscienza, se c'è l'ha una. Non ce l'ha, ecco come fa.
Non lavora più perchè la responsabilità che aveva di parlare a milioni di persone era troppo grande per una come lei di cui non ci si puo fidare.
Non si poteva più darle credito.
Vuole solo farla franca la vigliacca.

Anonimo ha detto...

Una donna capace di mettere in mezzo e creare lunghe sofferenze agli altri, sofferenze che durano una vita, più della sua.
Hanno dato credito a questa terribile quei vigliacchi come lei dalla sinistra televisiva italiana, ai quali ovviamente non fregava niente di come si comporta. E' proprio vero che
la sinistra è gente capace di mangiare i bambini, gente che sceglie come testimone Donatella Raffai, una senza vergogna.

Anonimo ha detto...

Ha lottato strenuamente solo per ottenere una cosa: il meglio della vita.
Gli uomini, il gioco d'azzardo, il lusso, la notorietà.
Ha vissuto intensamente distruggendo le vite degli altri, di chi le è stato vicino e ha creduto in lei, o le ha voluto bene perchè era naturale farlo, facendo soffrire tutti in modo atroce e provocando infelicità senza (apparentemente) alcun rimorso.
Una domanda: Donatella, hai sempre abbandonato tutti (quando non ti servivano più).
Ma non potevi farti la tua vita senza mettere in mezzo altre persone?

Anonimo ha detto...

Diabolica-infernale-demoniaca.

Anonimo ha detto...

Fortunato/a fortunatissimo: chi non ha avuto occasione di incontrarla nella sua vita...

Anonimo ha detto...

Non è vero cha Raffai non ha studiato: si è laureata in egoismo e porco comodo suo: è un esperta maestra, e insegna.

Anonimo ha detto...

Al contrario di come vorrebbe apparire le rare volte in cui si finge napoletana, è una donna fredda e calcolatrice. I suoi valori nella vita:
1)avere molti beni
2)avere molta servitù
e farla franca, comunque e sempre.
Ci è riuscita perfettamente!

Anonimo ha detto...

Chi scrive qui è a rischio e pericolo della sua incolumità: sa che la Raffai può leggere e che poi certamente si vendica?
Quando la Raffai si vuole mostrare una vecchietta instabile bisognosa di affetto, tutta cuore (ma quale cuore se non lo ha) lo fa sempre in malafede perché spera di ottenere ancora servi per i suoi scopi. Infatti in altri momenti ha con voce dura bassa e inquietante di sempre in cui è perfettamente lucida e si dimostra la solita tigre volgare e spietata, la prevaricatrice che è sempre stata, che dice le terribili parolacce che sono sempre state espressione del suo modo di pensare. Adesso la sua preferita è c*lo, perché in questa fase della sua vita il chiodo fisso è trovare chi glielo pulisca, deve trovare quel quel tipo di servitù adesso (prima, meglio leccarglielo).
La Raffai è la menzogna spudorata in persona; lei non vuole bene a nessuno vuole godersi la vita fino all'ultimo :l'unica cosa è che le rode è quanto ancora durerà.La sua generosità che è frequente come un epoca glaciale è soltanto o il desiderio di mettersi in mostra o la manifestazione dei suoi eccessi senza ma e senza se
Non c'è altro nella sua testa!

Anonimo ha detto...

La regina della MENZOGNA, la MENZOGNA vivente dice che ha pagato per tutto il male che ha fatto: BUGIA!!!Se questo fosse vero non continuerebbe a farlo. Sono le luride MENZOGNE in malafede CHE DICE per depistare chi ce l'ha con lei per le cattiverie che ha fatto infatti non esce di casa dalla paura, e vive senza frequentare nessuno tranne le cameriere e il suo lacchè. Quel che conta è godersi la vita come può E con ogni mezzo possibile e fino all'ultimo Il resto, gli altri non contano. Lei è orgogliosa del suo lacchè e si sono lamentati di un disabile che vive nel loro signorile condomino perchè stava male e si sentiva ad alta voce. Pensa quanto Donatella Raffai può essere capace di fare volontariato in vita sua. Tutto ciò che si sovrappone tra lei il suo godimento e il suo assoluto benessere deve essere eliminato.

Anonimo ha detto...

Inclusi i piccioni a cui dava da mangiare e le facevano compagnia quando era sola e non se la cagava nessuno... poveri piccioni. Adesso non vanno più bene neanche i piccioni ora che sta bene possono pure morire. Ecco chi è e cosa è...Che squallore essere umanamente così

Anonimo ha detto...

Erbaccia cattiva, anzi cattivissima...Sempre tesa (ha sempre avuto in tutta la sua vita un motivo per essere super-tesa (tensione mortale,tensione che uccide): il marito traditore, la mancanza di soldi, la carriera, le rivalità coi colleghi le liti continue con chiunque) ora è solo preoccupata al suo benessere in ogni istante-secondo della sua vita, se finge di essere gentile o addirittura finge affetto (bugiarda, menzogna) lo fa solo perché spera di aver un tornaconto in termini di servizi e assistenza programmati per ogni evenienza: attualmente ha 7 persone di servizio per il suo stato si salute e non so quanti medici vanno domicilio solo perché vive l'esperienza come tutti in questo mondo di essere "anziana" incluso il suo lacchè infermiere personale con cui sta solo per quello: grazie servizi resi: tanto mi hai dato, tanto io ti do.
Appena non ha più bisogno di te dopo che per affetto, basta che per un solo istante chiedi il permesso di andare al bagno dopo che l'hai sorretta per decenni, la prende come un tradimento, litiga, ti da un bel calcio nel sedere, non si ricorda più di niente, si rifiuta di aiutarti e inventa bugie per non farlo, per cattiveria perché gode a vedere soffrire. Questa è la storia di una vita. La donnaccia più brutta e cattiva di Roma è lei: Donatella Raffai. Ma sarà soddisfatta?

Anonimo ha detto...

Questa signora si da molto da fare per sembrare una nobile.
Ha uno stile di vita elevato, vive nel lusso, non si può proprio dire non si sappia godere la vita!!!
Ha avuto molti soldi, infatti è ricca nonostante le cifre folli sprecate per lo champagne e il gioco d'azzardo negli svariati casinò della Costa Azzurra: però le ho sentito dire delle parole in privato che sono il linguaggio di una battona di strada: forse perché era nervosa, ma è volgarissima. Fa molta pena nella sua stupidità e vuotezza deve soffrire molto vista l'ambizione sfrenata che aveva, per non essere più al centro dell'attenzione se non per il solo fatto di essere una pessima persona.

Anonimo ha detto...

La Raffai nella vita ha fatto veramente di tutto di più, solo che i suoi eccessi li ha sempre tenuti nascoste dietro a facciate di apparenza: lei non si scopre mai, è così che è riuscita ad essere liberissima, fingendo e ingannando, anche grazie al suo amico fedele che la segue disposto a far tutto, alle persone di servizio e ai soldi che ha.

Anonimo ha detto...

Su Donatella Raffai recentemente appaiono le sue foto riordinate su internet.
Molto professionale peccato che i sorrisi, le espressioni e il quadretto che emerge sia tutto finto!!!Non c'è nulla che riguardi la realtà della vita di una di una strega eccessiva.

Anonimo ha detto...

@ tutti quelli a cui Donatella Raffai ha fatto del male, ha fatto soffrire, ingannato o mentito, oppure ha rovinato e distrutto ciò di cui vi importava di più: per la vostra soddisfazione, nonostante i soldi che ha avuto, è una perfetta infelice.

Anonimo ha detto...

Con chi si è vendicata la Raffai? Con i parenti, con quelle persone con le quali poteva ambiguamente avere un legame: finge e mente in ogni circostanza, non dice mai la verità. Tutti se ne sono altamente fregati di lei e lei non li può raggiungere perché non hanno abboccato alle sue vendette. Vi siete mai chiesti perchè nessuno l'ha mai invita o perchè i suoi collaboratori non l'hanno più cercata? Semplice: perché hanno paura; la Raffai deve essere relegata come una belva gabbia. Anche se ha bisogno di affetto, farle una carezza è pericoloso.

Anonimo ha detto...

Chi ha detto gronda umanità dagli artigli è un genio. La disumanità è la caratteristica di Donatella Raffai: è disumana, infierisce sulle sue vittime senza pietà in eterno, senza che nessuno intervenga o la fermi, perché lei le persone le paga e gli dice menzogne. Ma chi non si venderebbe per denaro, specie quei poveracci di cameriere e servi di ogni genere di cui si circonda: sono persone che non possono non assecondarla, perché hanno bisogno. Che vigliacca!!!Vigliacca...

Anonimo ha detto...

Non ricordatela per la sua carriera: è nella vita privata che la Raffai ha dato il peggio, che è stata il male assoluto: l'unico modo per ricordarla è chiamare qualche malattia incurabile che rovina la vita delle persone con il suo nome.

Anonimo ha detto...

Donatella Raffai è stata la rovina di molte persone: e resta impunita per tutto il male che ha fatto.Chi ha avuto la fortuna di non conoscerla,non di avere a che fare con lei siete salvi!











È stata la rovina di molte persone,chi ha a uto la fortuna di non incontrarla deve ritenere questo fatto come u a salvezza.
Resta impunita per il male che ha fatto

Anonimo ha detto...

La sua cattiveria senza fine deve restare nella memoria quanto il resto. Una che si permette di criticare dopo tutto quello che ha fatto lei...un maiale!

Anonimo ha detto...

Ama gli odori forti, ha passato 11 anni della sua vita a fare la pecora rinchiusa in camera tutti i giorni nel puzzo, praticando il nudismo o con delle mutande che non esistono più con un filo elastico nel sedere e la.paronza villosa di fuori, e un rivolo di ma per le emorroidi che le scendeva da dietro, la cosa più gentile che può fare è ere il suo orrido sedere davanti alla faccia.Brutto, pieno di buchi, grosso e quadrato, adesso secco e moscio come lei.

Anonimo ha detto...

Gente ridotta in schiavitù solo con il ricatto dei soldi, si faceva pulire la cacca incrostata nel suo cesso da donne di cinquanta anni in ginocchio sul water con la testa dentro per farglielo meglio, fa schifo Donatella Raffai!

Anonimo ha detto...

Anziché accudire i suoi figli piccoli li lasciava a chiunque pur di andare a scopare... E poi da della puttana alle altre... Ma va vaaaa....

Anonimo ha detto...

Non pagherà mai per tutto il male che ha fatto, mai.

Anonimo ha detto...

Sentiva l odore dei formaggi francesi e godeva: esclamò che i formaggi più puzzano e più sono buoni... E non solo quelli!Quando entrava in profumeria chiedeva solo il profumo, non importa quale che costava di più, cosi poteva vantarsi...Ma non è volgare?

Anonimo ha detto...

Quando gemeva,tutti i giorni, i suoi lamenti venivano alla gola, erano profondi faceva paura sembrava la stesero menando...che schifo,che schifo...ve la immaginate una così chef la maestrina. Ma non è assurdo?A chi deve insegnare che quella li?Cosa può dire una così, forse tutte le volgarità e parolacce che sono una co sola con lei: regina di linguaggio osceno e volgare.Fa schifo!!!

Anonimo ha detto...

Cosa ci puoi insegnare,rozza burina?Tornatene al tuo paese.Pussa via bestia.

Anonimo ha detto...

Donatella Raffai ora che ha lasciato al Costa Azzurra per motivi di salute(le si è inceppato il braccio nella saracinesca) è ritornata a Roma, la stessa città dove ci sono (più o meno) i suoi parenti (quelli che non ha ancora riuscita a sterminare)è andata a vivere in un posto da vip: a Vigna Clara (lei si informa sempre dove andare in modo da poter essere sempre una fighetta sulla cresta: wowow!!!).Tanto per mantene le consuete apparenze, che sono l' unico imperativo della vita sua, riesce perfettamente a mantenere le distanze: nessun contatto con i parenti, gli stessi che ha sfanculato da quasi 25 anni, che non sono morti nel frattempo, rei non si sa bene di cosa (ma lo sa sicuramente lei e lei sola) si invece a cameriere, al suo alfiere personale Silvio Mestranzi, e poi... comodità a 360°, lusso, benessere, buon cibo, acqua minerale, olio di Canino, servizio a domicilio, golfini di chachemire, servita riverita, adulata e leccata, e tollerata dalle sue cameriere con un bonario sorriso quando insulta qualche malcapitato al telefono con un sonoro: Troia!!! Vaffaculo!!! (ma queste sono le parole più dolci e gentili che ci si possa aspettare da una signora di gran classe, perché dice di molto peggio) e poi viaggetti, ristoranti, sempre accompagnata ovunque, uno stuolo di medici
(lo dice lei, vantandosi) al minimo sintomo di malessere, casa sua è un andirivieni di medici, e poi vestiti su misura, profumi, scarpe manicure pedicure parrucchiere, e chissà cos'altro: lei vive così.Non ha bisogno di altro. Apparenze, apparenze, apparenze: ci ha dedicato tutta la vita, e non sente il bisogno di altro. Davvero è fenomenale!
Ma si può credere esistano persone così superficiali? E che possano vivere di questi loro valori assurdi,senza sentire il bisogno di altro?
SI. Esistono, e Donatella Raffai ne è la prova. Una maestra in tal senso. Maestra di superficialità, apparenze e egoismo. E se un giorno per motivi di Privacy fosse possibile vedere i suoi movimenti bancari, quelli sarebbero la sua unica possibile veritiera biografia(ma ci sono menzogne anche li) di una bugiarda patologica di carattere cattiva.

Anonimo ha detto...

Ha sacrificato le vite di tutti (certamente non la sua) per fare cosa?
V A N T A R S I

La "fighetta" del Piper...

Anonimo ha detto...

Una volta mi invitò in Costa Azzurra, dove feci amicizia con due parrucchieri di Colleferro che erano prima ancora amici suoi:lei presa da non so quale competizione, io non avevo fatto nulla di male, si fece scudo con il suo corpo, o meglio con il suo sedere!!!Si mise tra me e loro, voltandomi le spalle e coprendomi la vista con il suo sedere, che era anche abbastanza largo, anche se parzialmente coperto da un ridotto costume bianco. La sera stessa mi ritrovai a prenotare i biglietti per andarmene. Pensavo comunque di ritornare, non avevo compreso a fondo la situazione, avevo comprato due camicie per quei ragazzi. Ma lei non mi volle più, non mi rinvitò e buttai le camice nel cestino della spazzatura. Per anni mo domandai perché la Raffai quel giorno mi aveva messo il suo sedere davanti alla faccia.

Anonimo ha detto...

Disse la madre di Donatella Raffai per quanto era stata cattiva, quando ebbe il tumore al cervello che era stata punita. Ed è stata punita anche dopo. Ma mai abbastanza, mai quanto veramente si merita.